Covid, la Croazia annuncia nuove misure ai confini

Covid, la Croazia annuncia nuove misure ai confini
Proseguono le misure restrittive in Croazia dove questa mattina il ministro degli Interni croato nonché responsabile della task force per la lotta al coronavirus, Davor Božinović, ha annunciato che dal prossimo 15 gennaio cambieranno alcune regole riguardo ai confini. I cittadini europei che vorranno entrare nel territorio croato dovranno essere muniti del tampone molecolare Covid negativo realizzato al massimo 48 ore prima dell'entrata nel paese, o dovranno sottoporsi all'isolamento domiciliare fino al risultato del test. Misure ancora più rigide per i Paesi non membri dell'Unione europea che non potranno varcare il confine se non per comprovati motivi di salute o in caso di funerale, per il quale i viaggiatori potranno trattenersi nel paese per un massimo di 12 ore. I cittadini provenienti dalla Gran Bretagna e dal Sudafrica, invece, anche se muniti del test Covid, dovranno sottoporsi ad una quarantena di sette o quattordici giorni. Come annunciato dal ministro, eventuali eccezioni saranno previste solamente per i lavoratori transfrontalieri, i diplomatici e gli operatori sanitari.