Spring, abbigliamento ed accessori: una giovane triestina apre un negozio in piazza Dalmazia

Spring, abbigliamento ed accessori: una giovane triestina apre un negozio in piazza Dalmazia

Aprirà martedì 21 marzo in piazza Dalmazia 3 Spring, il nuovo negozio di abbigliamento ed accessori rivolto ad un pubblico femminile.

Protagonista dell’apertura una giovane imprenditrice triestina, Fiorenza Sergon, che proprio quel giorno compirà 29 anni.

«Nel corso della mia esperienza lavorativa – riferisce la giovane – ho lavorato per diversi anni per alcune catene molto importanti nel settore dell’ abbigliamento, accumulando notevole esperienza. A settembre dell’anno scorso, approfittando della fine del mio contratto di lavoro, ho deciso di mettermi in proprio decidendo di aprire un mio punto vendita. Dopo una ricerca sul luogo più adatto, ho trovato questo foro in piazza Dalmazia, assolutamente perfetto per le mie esigenze».

«Qui in zona – sottolinea - non c’è infatti molta concorrenza ed inoltre è pieno di uffici. La mia idea, con l’orario continuato dal martedì al venerdì dalle 10 alle 19.30, (sabato spezzato 10 – 12.30 e 16.30 – 19.30 mentre domenica e lunedì chiuso) è quella di venire incontro a tutte quelle lavoratrici che non hanno molto tempo da dedicare allo shopping e che quindi possono utilizzare la pausa pranzo per comprarsi capi d’abbigliamenti di qualità a prezzi contenuti. L’orario che ho scelto viene incontro sia alle lavoratrici part-time che a quelle full-time».

«Quasi ogni settimana – spiega -  ci saranno pezzi nuovi a disposizione delle mie clienti, che sceglierò io stessa all’ingrosso: indumenti che saranno unici, tutti made in Italy, di ottima qualità e dai prezzi alla portata di tutti. La fascia andrà dai 5/6 euro di qualche accessorio fino ai circa 70 euro per capi d’abbigliamento più ricercati».

«Come giovane imprenditrice – conclude – non ho avuto molti aiuti ed agevolazioni dalle Istituzioni. Sto aspettando i bandi per capire se posso richiedere qualche fondo. Inoltre, per poter creare la mia azienda, ho dovuto fare tutto da “autodidatta”, informandomi online. Sarebbe utile la creazione di unico sportello ad hoc riservato ai giovani intraprendenti che vogliano provare l’esperienza di aprire una propria attività».