Triestina, interviste ai giocatori Coletti e Porcari: «In casa e fuori, pronti a dare tutto per questa maglia»

Triestina, interviste ai giocatori Coletti e Porcari: «In casa e fuori, pronti a dare tutto per questa maglia»

Allenamento pomeridiano sul sintetico di Prosecco ieri per la Triestina, proseguendo l'avvicinamento all'importante trasferta di domenica al "Valentino Mazzola" di Santarcangelo di Romagna. Riscaldamento dinamico e lavoro tattico nella fase iniziale, partitella in famiglia di circa quarantacinque minuti nella seconda parte. Non ha preso parte alla seduta Davide Bariti complice una forte contusione alla caviglia rimediata nella seduta di ieri, le condizioni dell'esterno di centrocampo andranno valutate giorno per giorno e al momento la sua presenza per il prossimo match di campionato è a rischio. Ha lavorato a parte Mirco Petrella, ancora non al top e sottoposto a un programma personalizzato, così come precauzionalmente a parte ha lavorato Tommaso Coletti complice un lieve affaticamento muscolare.

Proprio quest'ultimo, insieme a 'Pippo' Porcari, ha raccontato il suo punto di vista spaziando dal prossimo impegno al rush finale di campionato, dalla situazione della squadra al feeling tecnico e umano con il gruppo. Il primo a prendere la parola è Filippo Porcari: “Mancano sempre meno partite alla fine del campionato, diminuiscono quindi anche i punti a disposizione e il nostro obiettivo è chiaro, conquistarne il più possibile per raggiungere i playoff ed ottenerli con il miglior piazzamento possibile in classifica”. Una graduatoria che soprattutto nella bagarre per la conquista dei playoff vede tante squadre racchiuse in pochissimi punti, fattore tanto veritiero quanto non di primaria importanza per Tommaso Coletti: "La classifica è cortissima, è vero, ma il punto di vista mio e dei miei compagni è che bisogna ragionare partita dopo partita. Dobbiamo andare a Santarcangelo a giocare una grande gara, per raccogliere quello che purtroppo ci sta mancando in queste ultime uscite. La nostra storia ci dice che facciamo tanto ma non raccogliamo altrettanto, quindi a maggior ragione per questo faremo di tutto per andare alla conquista dei tre punti".

Si andrà a caccia della vittoria sul campo di una squadra molto diversa rispetto al girone d'andata. L'arrivo di Cavasin in panchina, diversi innesti in tutti i reparti, una rincorsa all'obiettivo salvezza che da lontanissimo è diventato ampiamente alla portata: "Non sarà una sfida semplice, non lo è mai quando vai a casa di una squadra affamata di punti salvezza, con il trend dei risultati che migliora quasi sempre nel girone di ritorno. Per noi le cose non devono cambiare - spiega 'Pippo' Porcari -dovremo affrontare la partita con il piglio giusto, quello che abbiamo messo in campo tante volte anche nelle ultime uscite. Rispetto per l'avversario ma concentrazione massima solo su noi stessi e su quello che dovremo fare". Pensiero condiviso anche da 'Tommy' Coletti: "Confermo assolutamente. Loro sono una squadra molto ostica, votata alla distruzione del gioco avversario. Le previsioni oltretutto indicano per l'ennesima volta pioggia quindi dovremo essere pronti ad un'altra battaglia. Ci stiamo preparando al meglio e speriamo di ottenere il bottino pieno".

Condizioni meteo a parte, il terreno di gioco dovrebbe essere - ci si augura - finalmente in condizioni più giocabili rispetto alle ultime uscite interne:"Ce lo auguriamo anche noi - questo il pensiero di Coletti - anche se devo ammettere che per fortuna ci stiamo plasmando a tutte le condizioni che incontriamo partita dopo partita. E' però sicuramente vero che poter giocare su un terreno quantomeno decente non guasterebbe e guardando alle nostre caratteristiche, farebbe al caso nostro". Filippo Porcari è d'accordo col compagno di reparto ma ad ogni modo non vuole cercare alibi: "Per il nostro gioco il fatto di giocare nel fango ci ha senza dubbio penalizzati ma questa non vuole e non deve essere un'attenuante, le condizioni difficili ci sono per noi così come per gli avversari di turno. Non deve cambiare il nostro obiettivo, ovverosia dare il meglio di noi stessi in tutte le partite che ci aspettano da qui alla fine e se in effetti il campo sarà in buone condizioni tanto meglio, cercheremo di imporre il nostro gioco come abbiamo sempre cercato di fare".

Prima di chiudere l'intervista, un reciproco scambio di opinioni dal punto di vista del feeling dentro e fuori dal campo. Inizia Filippo:“L'evidenza dei fatti credo tolga ogni dubbio, da quando Tommy è arrivato ci ha sicuramente dato una grossa mano. Esperienza, qualità, quantità, un giocatore che fa parlare il campo e che anche dentro lo spogliatoio ha già dato un'impronta importante con la sua personalità, ambientandosi sin dai primi momenti alla grande con tutti”. La palla passa poi a Tommaso, che risponde per le rime e non certo con parole di circostanza: "Dal punto di vista umano Pippo è davvero un ragazzo d'oro, questo aspetto per come sono fatto non può che generare tra noi un feeling 'dieci e lode'. Quanto al gruppo nel suo complesso, sin dalle prime battute ho trovato un gruppo di bravissimi ragazzi che mi hanno accolto nel migliore dei modi. Mi trovo benissimo con Filippo e con Andrea (Bracaletti, Ndr) ma non certo solo con loro. Anche con tutti gli altri ragazzi mi trovo benissimo, con quelli che giocano più spesso così come con quelli che trovano meno spazio in partita. Ci mettiamo a disposizione l'uno per l'altro, il rapporto in gruppo è davvero fantastico". 

"Penso soprattutto a chi gioca meno - gli fa eco 'Pippo' Porcari - e il loro modo di essere lo considero la nostra forza. Spesso nelle squadre il poco spazio può provocare dei malumori ma non è proprio questo il caso. Non c'è mai una lamentela, tutti si allenano a mille all'ora permettendoti di allenarti al meglio, trovo che questo aspetto sia fondamentale all'interno di un gruppo".

Chiusura per entrambi con un messaggio di carica e fiducia da rivolgere ai tifosi alabardati. Il pensiero di Tommaso Coletti: "Vorrei dire ai tifosi che ce la stiamo mettendo tutta. E' giusto che loro lo sappiano e faremo tutto quello che possiamo per raggiungere i nostri obiettivi, e in ogni caso per giocarcela nel migliore dei modi. Dovunque andremo, in casa o fuori, daremo tutto per questa maglia". Da 'Tommy' a 'Pippo': "Concordo su ogni singola parola. Penso a domenica scorsa con il Vicenza, è stato bellissimo. I nostri tifosi si sentivano tanto e speriamo possano essere sempre più numerosi allo stadio. Tocca a noi dimostrare loro quanto ci teniamo, e credo che sul campo lo stiamo dimostrando. Purtroppo in quest'ultimo periodo fatichiamo a trovare la via della rete ma siamo fiduciosi, sicuri che anche grazie al loro sostegno i gol arriveranno presto".