Olimpiadi di astronomia, un centinaio di astronomi in erba si mettono alla prova nella città della scienza

Olimpiadi di astronomia, un centinaio di astronomi in erba si mettono alla prova nella città della scienza

È tempo di olimpiadi! Mentre gli atleti “grandi” gareggiano su ghiaccio e neve in Corea, 120 studenti delle scuole del Triveneto raggiungeranno Trieste per partecipare alle gare di astronomia co-organizzate dall’Osservatorio astronomico della città e dal Comune di Trieste, Assessorato all'Educazione, Scuola, Università e Ricerca.

Gli incontri e le gare si svolgeranno da domenica 18 a martedì 20 febbraio, ospitate dall’Istituto Tecnico Nautico e dall’Accademia Nautica dell’Adriatico.

Un fitto programma di conferenze, incontri, gare scritte e premiazioni si dipana tra il pomeriggio della domenica 18 febbraio e il martedì 20, cui si aggiunge una serata di osservazione con i telescopi della Stazione osservativa di Basovizza dell’Osservato-rio di Trieste e, quest’anno, anche un programma speciale per docenti e accompagnatori.

Le Olimpiadi italiane di astronomia poi proseguiranno con la fase nazionale in aprile a Bari, con gli stage per i migliori classificati in grandi osservatori astronomici italiani, infine la gara internazionale alla quale la squadra italiana partecipa da una decina d’anni.  Sono promosse e organizzate dall’Istituto nazionale di astrofisica con il Ministero dell’Istruzione e la Società astronomica italiana, sotto l’egida del Comitato delle olimpiadi internazionali di astronomia.

Vi possono partecipare gli studenti e le studentesse delle scuole italiane dai 14 ai 17 anni, senza distinzione di cittadinanza o nazionalità. Con il pretesto della competizione intellettuale, si offre ai giovani un'occasione di incontro con i ricercatori e la possibilità di esprimere talento e passione per le scienze del cielo.