L'Università di Trieste riapre lunedì 2 marzo, riprendono le lezioni in diversi dipartimenti

L'Università di Trieste riapre lunedì 2 marzo, riprendono le lezioni in diversi dipartimenti

"Alla luce del limitato livello di diffusione del COVID-19 nel Paese e, ad oggi, la sua assenza nella Regione Friuli Venezia Giulia, tenuto conto della prevista modifica, nella giornata di domenica 1 marzo, dell’ordinanza del Presidente della Regione FVG e del Ministro della Salute, che dovrebbe prevedere l’eliminazione dell’obbligo della sospensione delle attività didattiche delle Università, al fine di limitare i disagi legati ad uno scarso preavviso, si comunica che a partire da LUNEDÌ 2 MARZO sarà garantita la ripresa:

delle attività didattiche e di ricerca dei dottorandi di tutti i dipartimenti;

 di tutte le attività didattiche dei seguenti dipartimenti:
DEAMS – Dip. di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche
DIA – Dip. di Ingegneria e Architettura
DISPES – Dip. di Scienze Politiche e Sociali
DSM – Dip. di Scienze Mediche, Chirurgiche e della Salute
IUSLIT – Dip. di Scienze, Giuridiche, del Linguaggio, Interpretazione e Traduzione

delle attività didattiche, a esclusione delle lezioni frontali, dei seguenti dipartimenti:
DF - Dip. di Fisica
DISU – Dip. di Studi Umanistici
DMG – Dip. di Matematica e Geoscienze
DSCF – Dip. di Scienze Chimiche e Farmaceutiche
DSV – Dip. di Scienze della Vita

Con medesima decorrenza, saranno nuovamente attivi tutti i servizi di competenza dell’Ateneo.

Si raccomanda a tutti i dipendenti, studenti e specializzandi che dovessero presentare sintomi, anche lievi, potenzialmente indicativi di infezione (febbre, tosse, difficoltà respiratoria, stanchezza, dolori muscolari), di assumere tutte le precauzioni comportamentali finalizzate alla riduzione dei rischi per sé e per gli altri. Anche a questo fine, si ribadisce l’importanza di seguire tutte le indicazioni delle autorità sanitarie nazionali e locali.

Si segnala, infine, che negli spazi comuni dell’Ateneo sono state esposte le raccomandazioni elaborate dal Ministero della Salute nonché le istruzioni per il corretto lavaggio delle mani.

In caso di inaspettata evoluzione della situazione provvederemo ad assumere tutte le misure ritenute utili e/o necessarie e a comunicarle tempestivamente attraverso i canali disponibili."