Grim: «Polidori non fa sicurezza e crea allarme». La replica:«Da quale pulpito la predica»

Grim: «Polidori non fa sicurezza e crea allarme». La replica:«Da quale pulpito la predica»

«Altro che 'politiche invasionistiche', Polidori e tutta la Lega a Trieste stanno facendo il doppio gioco: gridano l'allarme sicurezza e non danno risposte alla domanda di sicurezza dei cittadini. Loro, che sono al governo in città, in Regione e a Roma, con il decreto sicurezza hanno fatto di tutto per avere i migranti in mezzo alle strade, e hanno permesso che piazza Libertà diventasse un accampamento. In questo modo si è favorita l’esplosione di tensioni che poi hanno visto accadere un gravissimo fatto di sangue. E questo magari vorrebbero imputarlo al Pd. No! È una precisa scelta non governare migranti e territorio, per poi chiedere misure d'emergenza, i militari in mimetica a pattugliare Trieste. La città che vuole la Lega deve avere paura, a qualunque costo». Lo afferma la consigliera comunale del Pd Antonella Grim, a seguito delle prese di posizione del vicesindaco di Trieste con delega alla Sicurezza Paolo Polidori, che aveva parlato delle "politiche invasioniste" della sinistra. «Da quale pulpito - contrattacca il vice-sindaco Polidori - osa venire la predica! Il PD ha una gravissima ed enorme responsabilità storica nell’aver messo in piedi un sistema organizzativo di enorme portata, sia per flussi migratori sia per flussi di denaro pubblico. Un sistema talmente complesso che ora smantellarlo e riportarlo alla giusta dimensione, e cioè quella che si limita all’accoglienza di chi ne ha veramente bisogno, è un’impresa colossale. Ma noi questo sistema lo stiamo smontando pezzo per pezzo: è a causa di questa imponente macchina affaristica dove i mandanti sono le grandi multinazionali, e le sinistre europee gli esecutori, che ora i flussi di migranti sono quasi incontrollabili, ed ora la Grim i suoi compagni hanno il coraggio di farci la morale?» «Analizziamo - continua Polidori -  invece quello che è successo in piazza libertà: in pochi giorni, progressivamente, si sono accalcate sempre più persone: non clandestini appena arrivati, ma gente che fa parte del sistema di accoglienza! Come mai le organizzazioni che li hanno in carico e che devono occuparsi dei loro movimenti ed effettuare il controllo su di essi non hanno controllato? Gli accoltellatori iracheni mi risulta fossero a carico di ICS. Come mai pochi giorni dopo il termine del bando per l’accoglienza, dove ICS e Caritas non si sono presentati, piazza Libertà si è riempita? Forse per far vedere cosa significa avere tutti i migranti per strada? Forse un segnale, un avvertimento? E il bando, perché è andato deserto? Forse perché il Ministero dell’Interno ha tolto il grasso che cola, e cioè la parte di business, portando i 35€ al giorno a 21€, facendo rimanere “solo” la parte per l’accoglienza? Dicono che tanti indizi fanno una prova: e allora perché non ci prova la Grim a rispondere a queste domande?» «Peccato per lei - conclude - , Per il PD, e per gli affaristi che il governo sta predisponendo delle risposte forti a tutto il sistema della finta accoglienza... Per quanto riguarda il partito democratico, la risposta più eloquente gliel’hanno data i cittadini italiani, che li hanno sonoramente bastonati nelle urne!»