ITS2020 - Here We Belong, Fedriga: «Momento di promozione importante, simbolo di appartenenza»

ITS2020 - Here We Belong, Fedriga: «Momento di promozione importante, simbolo di appartenenza»

«È un significato del tutto particolare quello che assume quest'anno 'ITS2020-HERE WE BELONG', organizzato in un momento estremamente difficile, che testimonia

come il Friuli Venezia Giulia sia in grado di superare le difficoltà garantendo la sicurezza di tutti, reinventandosi, facendo qualche cosa di estremamente innovativo, ma senza fermarsi. Oltretutto, questa edizione di ITS (International Talent Support) riesce a mettere insieme l'internazionalità dell'evento con un forte legame con il territorio, dal mondo alle nostre radici, attraverso filmati che grazie a PromoturismoFVG ricongiungeranno i contributi dei designer da tutto il globo al Friuli Venezia Giulia. ITS ha quindi saputo diventare un momento di promozione importante, ma è anche simbolo di appartenenza, perché ci ricorda che i cittadini di questa terra vanno in giro per il mondo, ma non dimenticano mai da dove vengono e dove stanno le loro radici».

 

Questi, in sintesi, i contenuti dell'intervento del governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, alla presentazione delle fasi conclusive del progetto ITS2020, giunto alla 19esima edizione, che richiama l'attenzione del mondo della creatività e della moda su Trieste e sul Friuli Venezia Giulia.  La presentazione si è svolta nel palazzo della Regione a Trieste, che farà da scenario alle immagini conclusive di un viaggio virtuale attraverso il mondo creativo del design, sviluppato attraverso le interviste e i filmati realizzati assieme ai partecipanti. 

 

Quest'anno, per reagire alle incertezze della pandemia, gli organizzatori hanno infatti spostato il luogo del confronto nel mondo digitale su una piattaforma creata appositamente sulla quale i lavori finalisti in concorso, 33 da 16 Paesi, saranno presentati in diretta streaming alle 16 di venerdì 23 ottobre, in una esperienza cinematica virtuale accessibile a tutti.

 

Sarà un insieme di storie, di arte, di voci e di visioni differenti, riassunte in un unico tessuto narrativo. Si tratterà di un format nuovo e stimolante, che consentirà a chiunque, sul web, di vedere da vicino tutti i progetti finalisti, proposti attraverso una narrazione in forma cinematografica. Tra i membri della giuria, ci sono personaggi del mondo dello spettacolo e della creatività, dal cantante libanese Mika, alla designer Paola Antonelli, tra i curatori del MoMa, all'artista statunitense di origine tedesca, Kiki Smith.

 

Il format di ITS, attraverso la sua animatrice, Barbara Franchin, come ha anticipato Fedriga, sarà inoltre uno degli elementi utili per la promozione turistica e agroalimentare della Regione.

 

Un Friuli Venezia Giulia, come ha commentato l'assessore alle Attività produttive e al Turismo, Sergio Emidio Bini, che "ha saputo rilanciare la sua attrattività dopo il lockdown. È uscito da poco un sondaggio di Demoskopica - ha specificato - che colloca la nostra regione al terzo posto in Italia per la capacità di attrazione e di fidelizzazione dei turisti: un dato assolutamente non scontato, e conferma quanto il Friuli Venezia Giulia sia percepito quale realtà sicura, da visitare, con un'offerta montagna-mare assolutamente ricercata".

 

«Si tratta di un risultato che va ben al di là di ogni più rosea aspettativa iniziale. Invece, abbiamo registrato il tutto esaurito in alcune realtà di montagna, e in alcuni periodi anche al mare, dimostrando la nostra capacità di resistenza e resilienza, ma soprattutto quella di saper ripartire. Sulla scorta di questi esiti - ha concluso Bini - riteniamo che il nuovo marchio identitario 'Io sono Friuli Venezia Giulia', che sarà sposato anche da ITS, potrà essere uno strumento adatto per promuovere non soltanto l'agroalimentare, ma il Friuli Venezia Giulia nella complessità e ricchezza della sua offerta».