Zeno D'agostino, al via il contrattacco

Zeno D'agostino, al via il contrattacco
A pochi giorni dal verdetto dell’Anac - autorità anticorruzione - che ha dichiarato decaduta la presidenza dell’Adsp di Zeno D’Agostino, in carica dal 2016, per presunta inconferibilità dell’incarico, lo stesso Zeno D’Agostino insieme all’Autorità di sistema portuale di Trieste e il ministero delle infrastrutture dei trasporti (come reso noto dal prefetto di Trieste Valerio Valenti) ricorreranno al Tar per chiederne la sospensione. 
 
«Presenterò ricorso al Tar lunedì (8 giugno, ndr) e chiederò la sospensiva: vedremo se la daranno» aveva dichiarato Zeno D’Agostino. Entro due mesi, Il Tar del Lazio dovrà esprimersi ma intanto, proseguono senza sosta gli appoggi incondizionati dei lavoratori del porto e di tutta la città che, alla petizione online lanciata dal vicepresidente del Consiglio regionale Francesco Russo ha risposto con 8500 firme in soli tre giorni e che il prossimo sabato manifesterà un ennesimo sostegno a suo favore.