Confindustria Fvg dona 10mila euro all’Associazione Bambini Chirurgici del Burlo onlus (VIDEO)

Confindustria Fvg dona 10mila euro all’Associazione Bambini Chirurgici del Burlo onlus (VIDEO)

A.B.C. Associazione per i Bambini Chirurgici del Burlo onlus può contare sulla donazione di 10.000,00 € da parte di Confindustria Friuli Venezia Giulia con la quale sostenere le attività a favore dei bambini che hanno affrontato o stanno affrontando un percorso chirurgico all’ospedale infantile di Trieste e delle loro famiglie.

 

In particolare, la donazione della Federazione Regionale degli industriali ha già consentito ad A.B.C. di portare avanti alcuni progetti avviati durante l’emergenza COVID e permetterà che, in questa nuova fase, essi vengano ulteriormente sviluppati per rispondere sempre meglio ai bisogni dei bambini con patologie chirurgiche e alle loro famiglie.

 

Nel dettaglio, parte della donazione è già stata impiegata per l'acquisto di software che implementano la funzionalità dei respiratori per la terapia intensiva dell’IRCC Burlo Garofolo. Si tratta di due software "alti flussi", che hanno consentito di migliorare la performance dei ventilatori in modo non invasivo (senza necessità di intubazione) e di un software "di reclutamento”, utilizzato nel caso di patologie polmonari più gravi. l software donati durante il lockdown resteranno come dotazione del Burlo anche post-emergenza, ampliando quindi la strumentazione della Terapia Intensiva e Rianimazione.

 

Il contributo di Confindustria Friuli Venezia Giulia andrà inoltre allo sviluppo del progetto "A.B.C. Ti ascolta”, una linea telefonica gratuita finalizzata all’ascolto e al supporto psicologico messa a disposizione delle famiglie che ne facevano richiesta. Un sostegno ”a distanza" resosi necessario nei mesi della chiusura. La situazione di emergenza generata dal Covid-19, infatti, ha generato ulteriore fragilità in chi stava già vivendo una situazione emotivamente delicata. 

 

Infine, la donazione di Confindustria Regionale aiuterà l‘Associazione ad accogliere nelle case A.B.C. le famiglie provenienti da fuori Trieste.

 

Giusy Battain, Fondatrice e Direttrice di A.B.C, spiega che grazie a Confindustria l’Associazione «ha la possibilità reale e materiale di poter attuare dei progetti, e questo non è cosa da poco». «Avere la fiducia di istituzioni come Confindustria Friuli Venezia Giulia, e quindi avere una comunità coesa attorno ad un’organizzazione che si muove per risolvere questo tipo di problematiche, è sicuramente una grandissima iniezione di fiducia e ci da grande forza» conclude.

Guarda il video

IL VIDEO-SERVIZIO