Conto alla rovescia per la 17^ Mujalonga sul mar

Conto alla rovescia per la 17^ Mujalonga sul mar
Domenica 18 Aprile, a Muggia (Trieste), la Mujalonga sul Mar è pronta
ad accogliere cinquecento concorrenti.
Un evento molto sentito da tutti gli appassionati di corsa su strada, che può contare su un’
organizzazione rigorosa da parte della Trieste Atletica, che nulla lascia al caso, ma anche su una
location che non ha eguali, e su percorso di 10 km velocissimo, praticamente privo di curve con
vista sul Golfo di Trieste.
IL PERCORSO
Il percorso quest’anno, per ragioni legate alla sicurezza e al distanziamento, è stato leggermente
variato. I partecipanti inizieranno a correre dal Lungomare Venezia (a circa 1km dal Piazzale Alto
Adriatico, punto di ritrovo per i partecipanti) per poi proseguire lungo la SP14, e virare nei pressi
del confine di Stato del Lazzaretto (confine con la Slovenia) facendo ritorno sulla stessa strada
dell’andata, fino al traguardo posizionato sul lungomare Venezia. Una 10 km che ben si presta per
fare dei tempi cronometrici importanti.
L’atleta più atteso (a Muggia per la prima volta), è Eyob Ghebrehiwet Faniel, portacolori delle
Fiamme Oro di Padova e primatista italiano di maratona, mezza maratona e 10 km. Già papà di
due bimbe e residente a Bassano del Grappa, si è trasferito in Italia all’età di 12 anni, diventando
cittadino italiano nel 2015.
Tenteranno di impensierire Faniel alcuni dei migliori mezzofondisti nazionali e africani, esperti e
giovanissimi, per cercare di mettersi in luce e fermare il crono sotto i 29 minuti.
Anche al femminile sarà una competizione al cardiopalma, con la gazzella degli altipiani
Addisalem Belay Tegegn, già protagonista nel 2018 a Muggia, che proverà a riconfermarsi, e
Rebecca Lonedo (la favorita tra le italiane), in forze all’Atletica Vicentina, dimostratasi in grande
forma dopo essersi trasferita lo scorso febbraio a Rubiera alla corte di Stefano Baldini, che proverà
a impensierirla.
LE PAROLE DI ALESSIO LILLI, PRESIDENTE TRIESTE ATLETICA
Una manifestazione fortemente voluta dalla Trieste Atletica; un modo per ridare speranza e fiducia
a tanti appassionati che nella corsa trovano importanti stimoli, ma soprattutto salute e benessere.
E a dimostrazione che si possono organizzare gare in totale sicurezza, come ha messo in risalto il
presidente Alessio Lilli: «L’obiettivo perseguito dalla società e dai suoi numerosi partner da
quando abbiamo deciso di organizzare l’edizione 2021 della Mujalonga sul Mar, è stato di creare
un evento indimenticabile e dall’altro lato sicuro. Il numero di presenze raggiunte certifica come ci
sia fiducia nelle nostre capacità organizzative e allo stesso tempo la grande voglia di correre.
Domenica inoltre sulla linea di partenza saranno pronti a sfidarsi campioni di interesse
internazionale, a dimostrazione dell’alto tasso tecnico della gara».
 
PARTENZE E PROTOCOLLI ANTI COVID
Le partenze sono organizzate in scaglioni da 40 atleti, e prenderanno il via ogni 3 minuti, dalle 8
alle 9; l’ultimo start alle 9.15 è dedicato ai top runner. L’organizzazione ha assegnato agli iscritti un
orario specifico per il ritiro di pettorale e pacco gara; stessa cosa per la partenza. I concorrenti
saranno incanalati nel corridoio che porta alla zona di partenza dove sarà richiesta
l’autocertificazione, misurata la febbre, e fornito il gel per sanificarsi le mani.
I primi cinquecento metri dovranno essere corsi con la mascherina, successivamente potrà essere
tolta e conservata per il ristoro e per uscire dalla zona di arrivo.
PREMIAZIONI
Al termine della competizione, in apposite postazioni, saranno effettuate solamente le premiazioni
dei primi cinque classificati uomini e donne, mentre le premiazioni dei vincitori di categoria
avverranno in altra giornata e il luogo sarà comunicato all’arrivo ai primi classificati.
 
Tutte le informazioni sul sito: www.mujalongasulmar.com.