La Cina esce dalla crisi del coronavirus: Pil al +3,2%

La Cina esce dalla crisi del coronavirus: Pil al +3,2%
Il Pil della Cina rimbalza e segna una crescita del 3,2% su base annua e dell'11,5% rispetto ai tre mesi precedenti: i dati battono le stime degli analisti, rispettivamente, di +2,5% e di +9,8%, dopo un primo trimestre pesantemente negativo per la pandemia (-6,8% e -9,8%). "I fondamentali di lungo termine di solida crescita dell'economia della Cina non sono cambiati e non cambieranno", Ha fatto sapere il presidente Xi Jinping. La Cina è il primo tra i principali Paesi ad emergere dalle secche del coronavirus e a tornare su un percorso di crescita dopo i devastanti effetti della pandemia di inizio 2020. Un rimbalzo del 3,2%, che inverte la rotta del tracollo del 6,8% di gennaio-marzo. "L'economia nazionale ha superato progressivamente l'impatto avverso della pandemia nella prima metà del 2020 e ha dimostrato un momento di crescita tonica e di graduale ripresa", ha evidenziato l'Ufficio nazionale di statistica in un comunicato.