Cina, fuga di batteri da un laboratorio: Oltre tremila persone contagiate

Cina, fuga di batteri da un laboratorio: Oltre tremila persone contagiate
Oltre 3000 persone si sono ammalate in Cina nord-occidentale dopo la fuoriuscita di batteri da un impianto biofarmaceutico che produceva vaccini per animali.  In totale, sono stati testati 21.847 cittadini su 2,9 milioni di abitanti della città. Non è stato segnalato nessun decesso correlato alla malattia. La patologia in questione è la brucellosi: trasmessa dal bestiame o da prodotti animali, in genere non è contagiosa tra gli esseri umani, ma può causare febbre acuta, dolori articolari e mal di testa, e nel tempo può progredire verso uno stadio cronico con debolezza, sudorazione e dolori diffusi. Dunque, il pericolo per l'uomo sarebbe minimo, non si sarebbe verificata neppure la trasmissione da uomo a uomo, ma il dato di fatto è che comunque più di tremila soggetti sono risultati positivi al batterio, un argomento, questo, particolarmente sensibile per Pechino dopo le accuse mosse all'inizio della pandemia da Coronavirus.