Linea D'ombra: «Combattiamo razzismo, violenza e confini attraverso la cura dell'altro»

Linea D'ombra: «Combattiamo razzismo, violenza e confini attraverso la cura dell'altro»

Pubblichiamo da Linea d'Ombra (anche foto copertina)

Mentre l'Unione Europea cerca modi più snelli, veloci e camaleontici per respingere i corpi sofferenti che essa stessa ha creato in decenni di guerre e sfruttamenti, a Trieste, Lesbo, Bihac, Ventimiglia, Calais, continuano ad arrivare persone, fratelli e sorelle, in cerca di quella dignità che con i nostri privilegi e la nostra indifferenza neghiamo loro ogni giorno.
 
Ogni giorno, in Piazza della Libertà a Trieste, un gruppo di attivistə combatte razzismo, violenza e confini attraverso la cura dell'altro, usando i propri corpi, tempo e risorse non per carità bensì come azione politica, come modalità sovversiva nei confronti della società che deumanizza e mercifica le persone.
 
Linea d’Ombra combatte tutti i giorni, in Piazza della Libertà a Trieste, il razzismo, la violenza, i confini.