Chiusa positivamente la vertenza per il cambio d’appalto dei guardiafuochi delle Torri d’Europa

Chiusa positivamente la vertenza per il cambio d’appalto dei guardiafuochi delle Torri d’Europa
“Chiusa positivamente la vertenza per il cambio d’appalto dei guardiafuochi delle Torri d’Europa”
La vertenza, durata fin troppo nonostante l’ottima mediazione della Prefettura di Trieste si è
conclusa ieri 21 gennaio con la firma dell’accordo sindacale per i 9 lavoratori. Accordo
sottoscritto unitariamente da USB e dalla CGIL. Sei assunzioni subito in Ariete Srl che
acquisisce quindi l’appalto ed un percorso di formazione ed abilitazioni specifiche per
sorveglianza / guardiafuochi finalizzata all’assunzione dei 3 lavoratori che permangono per ora
nella cooperativa uscente, la Security 2020 Servizi.
Vertenza difficile con sciopero a oltranza, precettazioni, presidi e volantinaggi dettati dalla totale
intransigenza delle Torri d’Europa, il committente, che in Prefettura ha ampiamente chiarito il
proprio disinteresse per la sorte dei lavoratori.
Ha prevalso l’unità dei lavoratori, la solidarietà verso chi ha carichi familiari o figli in arrivo e la
determinazione a riavere il proprio posto di lavoro.
Oggi l'azienda subentrante, l'Ariete, si è assunta delle responsabilità vere verso i lavoratori.
E nonostante il lungo confronto - anche teso - è necessario che vi sia un percorso condiviso e di
rispetto totale degli impegni definiti nell'accordo.