Triestina, che KO! Travolta in casa dal Vicenza, fischi (FOTO)

Triestina, che KO! Travolta in casa dal Vicenza, fischi (FOTO)

La quattordicesima giornata del campionato di Serie C – girone B 2019/20 ha proposto al Rocco il secondo sentito derby triveneto tra l’Unione Sportiva Triestina e il Vicenza, formazione che contende la testa della classifica con il Padova. In un pomeriggio luminoso e davanti a circa 5500 spettatori - tra i quali poco meno di un migliaio di tifosi ospiti – il Vicenza domina una Triestina priva di idee e lenta nel produrre gioco, realizzando tre reti nella ripresa con Cinelli, Arma e Guerra. Gautieri mescola inizialmente le carte inserendo dall’inizio Costantino e Ferretti ma la cosa non funziona. Nella ripresa, dopo il vantaggio esterno del primo minuto, Gautieri getta nella mischia Granoche e Gomez ma il risultato non cambia, anzi, il Vicenza è padrone del campo e spreca qualche ripartenza per la quarta segnatura. Dopo la terza rete ospite parte la contestazione verso la squadra, contestazione che diventa pesante al triplice fischio del signor Mercenaro: è capitan Lambrughi a dover spiegare ai ragazzi della Curva Furlan le ragioni di questa pesante sconfitta. Ora è necessario cambiare subito mentalità e lavorare duramente per cercare di conquistare una posizione dignitosa per disputare i play.off. CRONACA Mister Gautieri schiera a seguente formazione: Offredi tra i pali con difesa composta da Scrugli, Malomo, Lambrughi e Formiconi; centrocampo affidato a Giorico e Beccaro, con Gatto e Beccaro; in attacco la coppia Ferretti e Costantino.  Nel Vicenza di Domenico Di Carlo da segnalare l’assenza dello squalificato Giacomelli mentre l’ex di turno è Rachid Arma. All’ingresso in campo le due formazioni indossano la maglietta dell’ADMO, per ricordare l’Associazione Donatori Midollo Osseo. Primo tempo  I primi dieci minuti vedono le due squadre lottare a centrocampo; al 10°, sullo sviluppo di un’azione da calcio d’angolo, Gatto cerca un tiro dal limite che si spegne sopra la traversa. Prima occasione ospite al 15° con Marotta che cerca la mezza rovesciata ma trova i pugni di Offredi a respingere il pericolo. Cinque minuti dopo ancora un tentativo in rovesciata con Cappelletti, con conclusione centrale che non impegna Offredi. a prima ammonizione è comminata a Barlocco, che si lascia cadere in area giuliana. Vicenza che gioca palla a terra con veloci triangolazioni e si rende pericoloso al 37° con un cross di Vandeputte che attraversa tutta l’area rossoalabardata e finisce sul fondo. Al 41° ammonito Marotta per gioco scorretto. Al 43° una girata al volo di Gatto finisce altissima sopra la traversa. Dopo un minuto di recupero il signor Marcenaro della sezione di Genova manda le squadre negli spogliatoi, dopo un primo tempo avaro di emozioni. Secondo tempo Dopo 19 secondi dall’inizio della ripresa il Vicenza passa con Cinelli che raccoglie un traversone proveniente dalla fascia destra e di piatto sorprende Offredi. Al 7° tripla sostituzione per l’Unione: Granoche per Costantino; Procaccio per Beccaro e Gomez per Ferretti. Al 17°, nelle fila della Triestina, Scrugli lascia il posto a Steffè. Raddoppio del Vicenza al 19°: la difesa triestina non libera l’area e gli ospiti hanno modo di crossare per l’ex Arma che svetta di testa mettendo alle spalle di Offredi. Al 23° quattro cambi per il Vicenza: Zarpellon per Vandeputte; Guerra per Marotta; Liviero per Barlocco e Zonta per Pontisso. Terza rete degli ospiti con Guerra al 31° che finalizza uno schema su calcio piazzato insaccando da pochi passi su assist di Arma. Per la Triestina è notte fonda ed il Vicenza spreca anche una situazione in contropiede per arrotondare. Dopo tre minuti di recupero la gara finisce tra i fischi assordanti del pubblico del Rocco e l’incitamento del migliaio di tifosi veneti che ringraziano la squadra per i tre punti conquistati con merito. BRUNO PASINI

L E FOTO DI GIORGIO WITTREICH

[gallery ids="66548,66549,66551,66552,66553,66555,66556,66557,66558,66560,66562,66564,66565,66566,66568,66527,66532"]