Topo in casa, giovane triestino lo segue con le telecamere e lo salva!

Topo in casa, giovane triestino lo segue con le telecamere e lo salva!

Avventura  a buon fine per un topolino, salvato ieri dal grande cuore di un giovane triestino. Elia aveva scoperto di avere un amico in più in casa. Amante degli animali, non voleva ucciderlo, è riuscito invece a salvarlo grazie all'utilizzo di una trappola non mortale.

«Dopo circa 10 giorni di tentativi - riferisce il ventenne Elia - , sono finalmente riuscito a catturare questa simpatica bestiolina che si aggirava all'interno di casa mia, e che probabilmente aveva fatto la tana nella pedana del mio organo Hauptwerk».

«Le ho provate - continua il giovane - davvero tutte, l'ho fatto abituare lasciandogli cibo ogni notte spingendolo a fidarsi, ed ho controllato i suoi spostamenti con la telecamera di sorveglianza per capire dove mettere le trappole, ma alla fine n'è valsa la pena! Solo il fatto di aver potuto salvare una creaturina, seppur ritenuta da molti "insignificante e schifosa", ha ripagato tutti i miei sforzi». 

«La vita - ancora Elia -  di un animale HA UN VALORE, qualsiasi animale sia! Chi ha deciso che la vita di un cane debba valere di più di quella di un topo?». 

«Sinceramente - conclude - , guardate le foto, come si fa ad uccidere una creaturina così tenera ed indifesa?  Usate trappole NON MORTALI quando vi entrano topolini in casa... costano pochissimo, si trovano su Amazon, non fanno del male all'animale e non spargono sangue».