Io Accolgo, Fedriga: «Cosa ne pensano genitori disoccupati che non riescono a fare la spesa per i propri figli?»

Io Accolgo, Fedriga: «Cosa ne pensano genitori disoccupati che non riescono a fare la spesa per i propri figli?»

«Più che parlare di polemiche, io direi cosa ne pensano i nostri pensionati che hanno la minima e non riescono ad arrivare alla fine del mese o i genitori disoccupati che non riescono a fare la spesa per i propri figli. Mi dicono, ma c'è un'interrogazione parlamentare dove si faranno le verifiche del caso, mi auguro ovviamente che non sia così, che addirittura ci sia la partecipazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri». Lo ha rilevato il Presidente della Regione Massimiliano Fedriga. «Spero di sbagliarmi - ancora - , che l'interrogazione fatta dai parlamentari della Lega, abbia come risposta nessun contributo. Se invece fosse confermato, che soldi pubblici vengono utilizzati per portare in barca a vela chi è entrato irregolarmente, dopo i corsi di sci avremmo anche le regate. Nella mia Regione preferisco occuparmi dei disoccupati, abbiamo dato una riduzione Irap da 20 a 40 mila euro a chi assume persone in stato di disoccupazione, una contribuzione per stabilizzare i lavoratori dai 7 ai 10 mila euro, abbiamo dato l'asilo nido gratuito a famiglie per il 90% italiane. Questo sono le battaglie che porto avanti, sicuramente non quelle della campagna "Io accolgo"» «Mi sembra che la volontà espressa dagli elettori nel 2018 - conclude Fedriga -  e confermata da tutte le successive tornate elettorali e mi auguro confermata anche da quella prossima dell'Umbria sia quella che sicurezza e  lotta all'immigrazione clandestina siano i temi principali per la maggioranza dei cittadini di questo Paese. Chi sta lavorando nel senso opposto sta portando avanti una sua tesi minoritaria nel Paese e non è quello che vogliono gli italiani »

IL PROGETTO IO ACCOLGO

POLIDORI: "GESTO MARASCHINO"

CISINT: "VERGOGNOSO"