Inaugurata la prima edizione di Mareinfvg, festa del mare ideata da marefvg,

Inaugurata la prima edizione di Mareinfvg, festa del mare ideata da marefvg,
“Next Maritime Technologies Day”, convegno regionale dedicato al presente e al futuro delle tecnologie marittime presenti in Friuli Venezia Giulia organizzato da mareFVG - il cluster regionale delle tecnologie marittime - ha inaugurato oggi la prima edizione di MAREinFVG, la festa del mare che fino al 23 maggio animerà piazza Ponterosso a Trieste con un fitto calendario di incontri, attività, laboratori e dimostrazioni aperte a tutti. 
 
“Next Maritime Technologies Day”, giunto alla sua quinta edizione “Next Maritime Technologies Day”, si è svolto in una gremita Arenamare, tensostruttura con palco e posti a sedere allestita ad hoc per la quattro giorni dedicata al mare. 
Tre sessioni dedicate a tre tematiche di grande importanza per il settore: digitalizzazione, green shipping e materiali. Per ciascuna sessione le grandi aziende coinvolte hanno illustrato i trend di innovazione nell’ambito specifico, a seguire una presentazione degli affiliati a mareFVG che hanno illustrato le proprie competenze. In chiusura un tavolo di confronto tra tutti i partecipanti, suddivisi in cantieristica navale, cantieristica nautica e portualità. Il convegno è rivolto al mondo delle imprese e degli amministratori dei territori, incentrato sulle innovazioni future nelle tecnologie marittime e promuove l’incontro tra le aziende, il sistema della ricerca e i cittadini, per favorire lo sviluppo della competitività del territorio. 
 
È stata presentata M.IND: piattaforma per le imprese marittime del FVG per le oltre 1300 imprese operanti sul territorio. Uno strumento di conoscenza reciproca fra le imprese insediate in regione e di presentazione del territorio verso l’esterno; nella piattaforma le imprese sono mappate seguendo il loro posizionamento lungo la catena del valore delle diverse filiere marittime delle costruzioni navali e nautiche, e della gestione operativa di navi, porti commerciali e turistici, e dei servizi.
 
Per facilitare l’incontro tra domanda e offerta di innovazione, il Maritime Technology Cluster FVG offre alle imprese, enti di ricerca e università del territorio nazionale, l’opportunità di proporre le proprie idee tramite il servizio di “Call for solutions” con lo scopo di raccogliere idee e soluzioni innovative di pronta applicazione o da approfondire con attività di ricerca e sviluppo.
 
Ad aprire il lavori i saluti istituzionali di Ketty Segatti, Vicedirettore centrale lavoro, formazione, istruzione e famiglia, Regione Autonoma FVG, Luciana Grimani, Servizio ricerca, apprendimento permanente e fondo sociale europeo - Posizione organizzativa ricerca, sviluppo e innovazione RAFVG e Lucio Sabbadini, AD di mareFVG
 
 
Lucio Sabbadini, amministratore delegato mareFVG: «Oggi apre MAREinFVG il festival del mare della Regione Friuli Venezia Giulia,apre con il “Next Maritime Technologies Day”,  un momento di confronto tra l’impresa, che espone le sue necessità di innovazione, e il sistema delle piccole imprese e delle università che offrono le loro soluzioni tecnologiche per costruire progetti di ricerca e innovazione che facciano crescere questa regione mantenendola sulla frontiera tecnologica. MAREinFVG è un evento nato con il supporto della Regione e di tantissime associazioni ed enti regionali, in questi giorni si celebrano le giornate europee del mare, un appuntamento importante per il quale non poteva mancare un evento regionale di riferimento, considerando quanto è importante il mare nella nostra regione, un appuntamento non solo per operatori del mare ma per tutti.
Oggi ci si confronta su due ambiti che dovrebbero permettere di arrivare alla sostenibilità del sistema marittimo: la transizione ecologica e la transizione digitale. Partiamo da soluzioni immaginate dalle imprese ma anche dal sistema scientifico in uno scambio proficuo con l’obiettivo di costruire nuove progettualità e quindi nuove innovazioni, nuovo successo per questa regione per quello che riguarda l’industria marittima in senso ampio non solo la costruzione navale ma anche l’operatività dei porti, la diportistica e molto altro.
Nei prossimi giorni, sabato e domenica, ci saranno eventi, laboratori e giochi per le famiglie, per i bambini, per tutti i cittadini sui temi del mare, dalla protezione del mare alla ricerca, a cosa vive nel mare, alla fotografia subacquea e molto altro. Lunedì ancora un evento – “ROBOTIMA” -dedicato alle imprese e al mondo scientifico con un focus specifico sulle applicazioni della robotica marina».
 
Ketty Segatti, Vicedirettore centrale lavoro, formazione, istruzione e famiglia, Regione Autonoma FVG: «Queste giornate in cui l’impresa, l’università e il sistema scientifico si incontrano sono molto importanti. La collaborazione della Regione con il cluster mareFVG continua, stiamo portando avanti un lavoro importante, mareFVG è un braccio operativo perché interloquisce direttamente con le imprese le istituzioni scientifiche. Abbiamo creato le premesse per lavorare da oggi e nel prossimo futuro. A dicembre 2021 abbiamo approvato la Strategia di Specializzazione Intelligente (S3), un documento programmatorio importate perché definisce le aree strategiche sulle quali l’amministrazione regionale intende investire le proprie risorse per l’attività di ricerca sviluppo e innovazione. Il tema delle tecnologie marittime con tutte le sue declinazioni, in particolare il tema legato alla transizione verde e alla transizione regionale che sono presenti in maniera trasversale, viene confermato. Come amministrazione regionale, stiamo inoltre lavorando sulla costruzione degli strumenti che andranno a sostenere le attività di ricerca sviluppo e innovazione, le progettualità che verranno costruite nei prossimi anni. In particolare stiamo lavorando alla definizione di uno strumento: il bando negoziale. Le attività che andremmo a sostenere saranno costruite con un percorso negoziale tra l’amministrazione regionale e i soggetti beneficiari».
Luciana Grimani, Servizio ricerca, apprendimento permanente e fondo sociale europeo - Posizione organizzativa ricerca, sviluppo e innovazione RAFVG «Quando la Comunità Europea approverà il nuovo programma, potremo entrare in campo con un nuovo strumento: i bandi negoziali. Come amministrazione regionale abbiamo voluto accogliere una richiesta del territorio e abbiamo pensato di costruire bandi nuovi che, diversamente dai precedenti, prevedono, nella realizzazione ma anche nella fase progettuale, un maggior coinvolgimento di tutti gli attori del territorio. I bandi negoziali prevedono infatti una fase in cui l’amministrazione e i potenziali beneficiari potranno mettere in campo le migliori risorse e trovare le migliori soluzioni per quello che può essere l’obiettivo finale da raggiungere. Una soluzione migliore e innovativa per creare una maggior sinergia tra i beneficiari che saranno una platea più ampia rispetto ai bandi precedenti. Inizialmente il budget previsto è di 4 milioni, sicuramente da implementare in base a quella che sarà la risposta della progettazione presentata».
 
Hanno parteciperanno le imprese AEP Polymers, Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale Porti di Trieste e Monfalcone, Boss Technologies, Engys, Fidema Group, Fincantieri, FVG Marinas, Groupe Beneteau Italia, Huracan Marine, Infofactory, MaterialScan, Navalhead, Navalprogetti, Sea Green Engineering, Valmet S.p.A., Wartsila Italia, WW Marine Technologies.
Sabato 21 e domenica 22 maggio MAREinFVG proseguirà con un programma di 20 appuntamenti a ingresso gratuito interamente dedicato al pubblico (da 0 a 99 anni).
Scienza, tecnologia, arte, sport, professioni, coscienza ambientale, enogastronomia, turismo tra i temi trattati nella quattro giorni dedicata al mare. Le attività di si svolgeranno in tre postazioni: le dimostrazioni in acqua si terranno nelle aree del canale di Ponterosso (Sea) e in una vasca appositamente allestita (Pool), i laboratori avranno luogo nei gazebo ed infine l'Arenamare tensostruttura con palco e posti a sedere, ospiterà incontri e conferenze., una 
Lunedì 23 maggio a chiudere la quattro giorni dedicata al mare sarà “ROBOTIMA”, incontro nell'ambito di InnovaMare, progetto strategico finanziato dal Programma di Cooperazione transfrontaliera Interreg Italia – Croazia 2014-2020, che mira a sviluppare e rendere stabile un modello di ecosistema dell’innovazione nel settore della robotica sottomarina e dei sensori per il monitoraggio dell’inquinamento del mare Adriatico