In arrivo all Parco di San Giovanni “la Greta Thunberg italiana”

In arrivo all Parco di San Giovanni “la Greta Thunberg italiana”
Fioriscono le rose e ritorna puntuale tutti i venerdì di maggio la rassegna culturale “Rose Libri Musica Vino”: nata per valorizzare un luogo di straordinaria bellezza come il Parco di San Giovanni, dove un tempo sorgeva l'ex ospedale psichiatrico provinciale, è divenuta uno tra gli appuntamenti primaverili più attesi per parlare di trasformazioni possibili. Lì dove Franco Basaglia e i tanti e le tante che ci hanno creduto hanno dimostrato che “l'impossibile può diventare possibile”, anche quest'anno ci si interrogherà — con l'aiuto di tanti ospiti competenti e determinati — su quale può essere il contributo di ciascuna e ciascuno di noi per salvare questo mondo malato, in grande affanno ma non irrimediabilmente perso, che potrà avere un futuro solo se capiremo veramente che l'unica risposta efficace sta in un cambiamento radicale dei nostri stili di vita e dev'essere una risposta corale, collettiva, che tiene conto dell'interdipendenza globale e guarda all'intero mondo vivente, rispettandone i ritmi e le specificità. Sarà dunque un'edizione molto green: come la Terra di cui prenderci cura, imparando fin da piccoli a contrastare la crisi climatica e a tutelare il paesaggio; come la speranza che non dobbiamo smettere di alimentare, imparando finalmente a dare ascolto autentico ai giovani, che saranno protagonisti e non semplici spettatori di queste giornate.
 
Da venerdì 6 maggio e per tutti i venerdì del mese si comincerà alle 9 con le lezioni universitarie aperte a tutti e quest'anno rivolte anche agli studenti e alle studentesse delle scuole superiori, per poi proseguire con due passeggiate per conoscere meglio il Parco, la sua storia e i suoi abitanti; nel pomeriggio a partire dalle 17 spazio alle quattro sezioni che compongono la rassegna — Rose Libri Musica Vino — attraverso conversazioni che ci aiuteranno a comprendere come anche piccoli gesti servono per far respirare la Terra, dare ossigeno al futuro, aumentare la sensibilità planetaria e generare un impatto sociale capace di prevenire guerre e migrazioni: sarà Federica Gasbarro, green influencer nota come “la Greta Thunberg italiana”, a inaugurare l'edizione 2022 venerdì 6 maggio, una giornata che vedrà protagonisti anche Zero CO2, una realtà impegnata nella riforestazione del pianeta, e Giovanni Scaglione, vignaiolo che coltiva il Moscato in un'oasi naturalistica del WWF, caso unico in Italia, ma anche la musica rap, espressione tipicamente giovanile, proposta da Nagana e Theo Verdiani.
 
In caso di maltempo gli eventi avranno luogo nel teatro Franca e Franco Basaglia sino a esaurimento dei posti disponibili e nel rispetto delle misure generali per la prevenzione e il contenimento dell'emergenza Covid-19.